SEO Copywriting: guida completa alla scrittura SEO

Dicembre 28, 2020by Staff LetMeCopy0
https://letmecopy.com/wp-content/uploads/2020/03/seo-copywriting.png

Letmecopy è il servizio specializzato in copywriting persuasivo che converte direttamente le pagine web in risultati aziendali, ma non potevamo fare a meno di scrivere la nostra guida sul SEO Copywriting.

Quando parliamo di copywriting, cosa ti viene in mente? Probabilmente quel che riguarda il copy persuasivo: le landing page, i funnel di vendita, le sales letter e via dicendo. Ma esiste un fronte completamente diverso del copywriting, quello legato alla SEO.

Se ti dico che sono completamente diversi, credimi, è perché lo sono davvero. Parliamo proprio di mondi opposti anche se affini. Tipo i laureati in ingegneria gestionale che si scornano con i laureati in economia, hai presente?

Qui scoprirai esattamente come scrivere un testo ottimizzato per i motori di ricerca, in grado di scalare la pagina dei risultati e al contempo di portare nuovo fatturato al tuo business.

Cosa scrivere e come farlo per ottimizzare un testo lato SEO

Cominciamo dicendo che se vuoi fare copywriting in ottica SEO, la prima cosa da fare è scegliere un argomento sensato. Non puoi scrivere di quello che vuoi: devi scrivere di quello che le persone cercano davvero su Google.

Ci sono tanti strumenti che ti permettono di scoprire i volumi di ricerca: Ubersuggest (gratuito ma impreciso), Seozoom (a pagamento e preciso) e Semrush (molto costoso ma molto preciso) sono quelli che ti consiglio.

Scopri quali sono le ricerche che collegano gli utenti al tuo settore e crea dei testi che forniscano una risposta concreta alle domande che gli utenti pongono al motore di ricerca.

Google consiglia di scrivere in un modo semplice, che anche gli utenti meno esperti possano davvero comprendere. “Parla come mangi”, per dirla in breve. Non usare termini tecnici, se è necessario usarli spiegane il significato; sii esaustivo ma non girare troppo intorno ai concetti; costruisci frasi brevi, che rendano il testo facile e scorrevole.

Rispondere al Search Intent

Il search intent è quello che gli utenti vogliono trovare quando cercano qualcosa su Google. Ti faccio qualche esempio:

  • “Facebook ads”: l’utente sta cercando una guida che spieghi cosa siano e come funzionano le Facebook Ads;
  • “Palestre Milano”: l’utente vuole vedere quali sono le palestre a Milano e dintorni;
  • “Santorini dove alloggiare”: l’utente sta cercando consigli sul migliore luogo dove alloggiare a Santorini.

Niente di più, niente di meno. Il tuo compito è fare in modo che l’utente riceva dal tuo testo una risposta chiara ed esaustiva. Questo significa scrivere testi dettagliati, dove spieghi molto bene tutto quel che c’è da dire, facendo informazione.

Più informazioni contiene il tuo articolo, più valore riceve l’utente. Gli utenti felici rendono Google felice, quindi di conseguenza i tuoi testi tenderanno a posizionarsi meglio nei risultati di ricerca.

Spesso questa è la parte più difficile nel diventare un bravo SEO Copywriter: capire come dare più valore all’utente, rispetto ai testi che si possono già trovare sui motori di ricerca.

L’importanza dei sottotitoli (H2, H3, ecc.)

Un testo scritto in ottica SEO deve sempre essere diviso in sottotitoli. Anche il testo che stai leggendo lo è, giusto? Così come, a conti fatti, lo sono tutti i testi che si posizionano per le keyword più competitive sui motori di ricerca.

I sottotitoli hanno una gerarchia:

  • H1: il titolo del tuo contenuto
  • H2: sottotitoli principali, che mirano a spiegare specifici aspetti del tuo argomento che gli utenti cercano
  • H3: ti aiutano a isolare i discorsi più lunghi spezzandoli in diversi aspetti

Mediamente, inserisci un nuovo sottotitolo ogni 2-300 parole. Questo aiuta gli utenti a navigare il tuo contenuto, trovando subito gli argomenti a ciascuno interessano di più.

Per capire come dividere il testo in sottotitoli, la cosa più semplice che puoi fare è farti guidare direttamente dalle ricerche degli utenti.

Se gli utenti cercano sia “Come saltare più in alto” che “Come saltare più in lungo”, ti conviene fare due articoli diversi perché le due cose sono completamente scollegate.

Se invece cercano “Allenamento per saltare più in alto”, questo è direttamente collegato a “Come saltare più in alto”; in tal caso dovresti fare un sottotitolo della tua guida in cui parli di come allenarsi per saltare più in alto.

La potenza-SEO delle immagini

Le immagini sono molto utili per migliorare la potenzialità dei tuoi testi sui motori di ricerca. Dovresti sempre inserire delle immagini coerenti con l’argomento di cui stai parlando, che possono essere foto dimostrative oppure infografiche.

I motori di ricerca, però, non sono realmente in grado di capire il significato di una foto. Per questo devi spiegarla tu a loro, utilizzando due attributi che puoi assegnare alle immagini:

  • Tag title: il titolo della tua foto
  • Tag alt: qui devi spiegare il contenuto della tua immagine, cosa utile anche per gli utenti ipovedenti

Utilizzando le keyword inserite in questi due attributi, i motori di ricerca sapranno comprendere meglio l’argomento della tua foto.

Attenzione anche al grande compromesso della qualità e della dimensione delle immagini. Delle immagini troppo grandi e poco compresse sono molto nitide sullo schermo degli utenti, ma rendono la tua pagina più lenta da caricare. Indovina un po’? Agli utenti, quindi anche a Google, piacciono le pagine che si caricano in fretta.

Cerca di trovare un compromesso efficace tra velocità di caricamento e compressione dei file, in modo da ottimizzare al meglio tutta la tua pagina.

Link interni

Da ultimo, per scrivere un testo davvero efficace devi fare in modo che la pagina sia collegata al resto del tuo sito web. All’interno del tuo contenuto, quindi, dovresti ricordarti di posizionare dei link che rimandano ad altre pagine del sito, la cui lettura può aiutare l’utente ad approfondire l’argomento.

All’inizio di questo articolo, ad esempio, ho inserito un link verso la mia guida completa al copywriting persuasivo. Questo perché, se vuoi approfondire, può esserti utile leggere anche quella e fare un confronto con il copywriting SEO.

Da ultimo, ricordati l’unica regola fondamentale del content marketing, che si applica anche al copy in ottica SEO. Non creare mai dei contenuti che tu stesso non saresti felice di leggere. Segui questi consigli e vedrai, i tuoi testi finiranno per posizionarsi su Google prima di quanto pensi.

delega il marketing a noi

Scrivi un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Attention Age LTD
BG205461042
25 Vitosha Blvd., fl. 2. 1000 Sofia Bulgaria
Email: letmecopy@marcellomarchese.it

delega il marketing a noi