Guida Facebook Pixel: cos'è, a cosa serve e come si installa - LetMeCopy

22 Gennaio, 2020by Staff LetMeCopy0

Il Facebook Pixel è un elemento importantissimo del web marketing. Ma quando lo si approccia per la prima volta sembra complicato, è normale. Quindi parti dal presupposto che non lo è, eludi la tua mente, e rassicurati: renderemo il discorso molto semplice.

Alla fine della guida scoprirai come avvengano alcune “magie” di Facebook Ads e Instagram. Ti sei mai chiesto perché, quando visiti un prodotto su Amazon, spesso vedi la pubblicità di quel prodotto sulla tua bacheca?

Perché dopo aver visitato il sito web di un’azienda, vedi il loro video sponsorizzato su Instagram?

Nessun mistero. Alla fine della guida riuscirai anche tu a creare delle campagne di questo tipo, in meno di venti minuti ciascuna.

Cos’è il Facebook Pixel?

Il Facebook Pixel serve a farsi i fatti altrui: nello specifico, a farsi i fatti di chi viene a visitare le pagine del tuo sito web o le landing page delle tue inserzioni sponsorizzate.

In sé si presenta come un cookie. Ma non è invitante e profumato come un piccolo pezzo di avena appena sfornato, con le gocce di cioccolato fondente che gli si sciolgono sopra. Assomiglia di più a quello che vedi nella foto qui sotto.

IO SONO LA FOTO DI UN FB PIXEL

Esatto, il Facebook Pixel è un pezzo di codice. La sua funzionalità è molto semplice:

  • Quando qualcuno visita una pagina su cui hai installato il tuo pixel, il cookie riconosce quella persona e la associa al suo account Facebook;
  • Man mano che le persone visitano le pagine dove hai installato il pixel, vengono tutte salvate dentro un pubblico personalizzato su Facebook. Una specie di elenco, visibile solo a Facebook, di persone che hanno fatto attivare il tuo pixel;
  • Quando la dimensione del pubblico diventa abbastanza interessante, possiamo usarlo per creare delle campagne sponsorizzate che verranno mostrate proprio a chi ha visitato le nostre pagine.

Visto? Non era poi così difficile.

A cosa serve il pixel?

Ora, la spiegazione di prima è corretta. Ma un po’sbrigativa. Non possiamo ridurre il pixel a così poco.

In effetti, non abbiamo soltanto la possibilità di rintracciare chi ha visitato una delle nostre pagine. Usando gli Eventi personalizzati di Facebook, possiamo creare dei pubblici di persone che hanno fatto azioni più specifiche. Ad esempio:

  • Persone che hanno comprato un nostro prodotto negli ultimi 7 giorni dal sito aziendale;
  • Persone che hanno aggiunto un prodotto al carrello senza completare l’acquisto;
  • Persone che hanno cliccato uno specifico pulsante, o hanno visitato più di due pagine, o chi più ne ha più ne metta.

Insomma, qualunque azione compiuta su una pagina che contiene il pixel può essere rintracciata, sfruttata e monetizzata. Devi solo smanettare un pochino.

Il potere di tutto questo è grande. Anziché rivolgere le tue inserzioni a persone a cui non interessa davvero dei tuoi prodotti, puoi mostrarle solo a chi ha già manifestato la sua curiosità. I tassi di conversione aumentano notevolmente, e i tuoi soldi sono spesi meglio.

Come si installa il Pixel?

In ogni tutorial arriva un momento in cui ti ritrovi a leggere due volte le cose, chiedendoti se per caso non hai sbagliato prima. Poi arriva la fase di negazione, in cui parlando da solo davanti allo schermo esclami “Ma no ‘sta guida è vecchia, non c’è più quel tasto”.

Questa rischia di essere quella parte. Noi saremo più chiari possibile, ma ricordati che puoi evitare di prendere a testate il desktop scegliendo di rivolgerti a noi per delegare in modo efficace tutto questo.

Per comodità, dividiamo il procedimento in tre step.

1 – Ottenere il Pixel da Facebook

Questa è la parte facile. Accedi al tuo Business Manager, apri il menu, e scegli “Pixel”. Facebook ti dirà che non hai ancora dei pixel, invitandoti a crearne uno.

A questo punto si aprirà una schermata con un codice molto simile a quello che abbiamo visto prima. Copialo e incollalo in un posto in cui solo tu, il tuo erede unico e la persona più importante della tua vita potete accedere.

Codice Esempio Facebook Pixel

Mi raccomando.

2 – Inserire il Pixel nelle tue pagine

Ecco, questa è la parte complicata. Non c’è una procedura unica. Diversi software, diversi modi di installare il cookie:

  • WordPress – Se vuoi che il cookie appaia su tutte le pagine, inseriscilo nel file header.php del tuo tema. In questo modo, ogni pagina che mostra il menu di navigazione del sito avrà anche il tracciamento del Pixel;
  • Leadpages – Accedi al tuo account, e dalla dashboard scegli la landing page che ti interessa monitorare. Dopodiché segui questo percorso: Tracking > Analytics > Head section tracking code e aggiungi il codice del tuo pixel;
  • Instapage – Accedi al tuo account, scegli la landing che ti interessa monitorare, e segui questo percorso: Analytics > Facebook Pixel. Dopodiché copia e incolla il codice di monitoraggio.

E via discorrendo. In generale, comunque, non dovrebbe esserti difficile trovare un tutorial sul collegamento del pixel a qualsiasi tipo di software, CMS e così via.

3 – Creare un pubblico personalizzato basato sul Pixel

Dopo che monti un mobile di Ikea cosa fai, lo butti dalla finestra?

Assolutamente no, ora che abbiamo messo in piedi tutto l’apparato del pixel dobbiamo sfruttarlo. Ora possiamo finalmente creare un pubblico personalizzato che include le persone intercettate dal nostro pixel.

Dal tuo Business Manager di Facebook. Apri il menu, e nella colonna “Asset” cerca “Pubblici”. Clicca, e dalla schermata che si apre di seguito seleziona “Crea un pubblico”. In particolare, scegli un pubblico personalizzato.

A questo punto scegli la sorgente di traffico su cui hai installato il pixel (sito, app o altro) e il nome del tuo pixel. Dopodiché, se vuoi, usa le ulteriori opzioni di personalizzazione per rendere il pubblico ancora più specifico.

Puoi anche selezionare un intervallo di tempo. Di default, il pubblico raggruppa tutte le persone che hanno attivato il tuo pixel negli ultimi 30 giorni. Se vuoi, però, puoi cambiare questa impostazione con una diversa.

Ora puoi usare il tuo nuovo pubblico per creare campagne di retargeting efficaci e per sfruttare al meglio i dati ottenuti dalle persone che visitano le tue fonti di traffico.

Se vuoi portare la cosa ad un livello ancora più alto, contattaci e provvederemo a creare per te delle landing page ipnotiche con cui imbabolare ogni utente raggiunto dalle tue ads.

delega il marketing a noi

Scrivi un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Attention Age LTD
BG205461042
25 Vitosha Blvd., fl. 2. 1000 Sofia Bulgaria

delega il marketing a noi